Non è difficile rimanere affascinati dalla bellezza dell’Umbria, regione piccola ma carica di tesori, di arte e di storia. Immersa in una natura genuina e incontaminata, l’Umbria è ideale per chi voglia dedicarsi una vacanza rigenerante.

Se stai pensando di trascorrere le prossime ferie in Umbria, magari affittando una casa vacanza, continua a leggere questo articolo. Ti vogliamo illustrare le principali bellezze che ti aspettano, darti suggerimenti su quello che puoi fare e su cosa vedere in Umbria. Ci sono degli itinerari imperdibili a cui non puoi rinunciare. Sei pronto? L’Umbria ti aspetta!

Umbertide: alla scoperta dell’Umbria meno conosciuta

Se Assisi, Perugia, Gubbio sono località conosciute e già ampiamente apprezzate dai turisti, ci sono cittadine meno popolari ma che, al contempo, rappresentano piccole perle di bellezza unica. Iniziamo il nostro itinerario proprio da una di queste: Umbertide.

Questo antico borgo sorge nell’Alta Valle del Tevere ed è bagnata, appunto, dalle acque del Tevere. Scendendo dalle montagne dell’Appennino Tosco-Emiliano, dove nasce, si dirige verso Roma: in Umbria mantiene ancora le caratteristiche di un piccolo fiume di collina.

Per la sua posizione strategica, Umbertide è stata abitata fin dall’antichità. Sembra addirittura che l’insediamento originario fosse stato fondato dal popolo degli Umbri, antecedenti persino agli Etruschi. Fatto sta che i Romani ne fecero una delle loro fortezze e da allora la città è rimasta uno snodo di fondamentale importanza. Purtroppo questo le è anche costato una successione di assedi e saccheggi, fino al drammatico bombardamento durante la Seconda Guerra Mondiale.

Umbertide, però, ha saputo risollevarsi e oggi regala ai turisti scorci spettacolari di pace e natura, con il Tevere che l’attraversa placido, le alte mura che difendono ancora oggi il centro storico e la bellissima Rocca, fortezza medievale.

Cosa vedere in Umbria: Umbertide

Cosa vedere a Umbertide

Le cose da vedere in Umbria non mancano ma, se vuoi un consiglio, prima di immergerti fra arte, cultura e gastronomia, concediti una passeggiata al fresco dei viali alberati, sotto alle mura di Umbertide. Qui si respira ancora la pace tipica dei borghi medievali, dove nemmeno la frenesia della vita attuale sembra averne scalfito la serenità.

Nonostante questo è una cittadina moderna e ben organizzata, dove non mancano divertimenti, comodità e servizi. Nella Rocca di Umbertide potrai ammirare una mostra permanente di arte contemporanea, mentre in giro per la città potrai visitare la bellissima chiesa di San Francesco, di origine trecentesca, perfetto esempio di stile gotico.

Nella Chiesa – Museo di Santa Croce, in stile barocco, risalente al XVI secolo, sono conservati due capolavori dell’arte: la tavola della Deposizione dalla Croce di Signorelli e la Madonna col Bambino del Pomarancio. Da non perdere anche la chiesa di Santa Maria, con gli affreschi del Pinturicchio.

Appena fuori dalla città, ti aspetta la Collegiata di S. Maria Reggia, di forma ottagonale fuori con un diametro di ben 22 metri e un’altezza di 40 metri, mentre all’interno è di forma circolare.

Cosa mangiare a Umbertide

Se decidi di visitare Umbertide, l’altro aspetto a cui non puoi rinunciare è la cucina. Oltre a un vasto assortimento di prodotti tipici umbri, fra cui salami, formaggi, l’olio extravergine dal sapore corposo e inebriante, puoi assaggiare la tipica Ambrecciata di Umbertide, una zuppa di legumi da servire calda, a cui in autunno si possono aggiungere le castagne arrosto.

Scopriamo altre spettacolari cose da vedere in Umbria. Tutte le destinazioni sono facilmente raggiungibili in automobile, e sono perfette per itinerari anche da un solo giorno, per permetterti di tornare alla sera nella pace della tua casa vacanza in Umbria.

Assisi: il centro più importante di fede e spiritualità

Assisi è forse una delle città più difficili da descrivere con le parole. La sua atmosfera va “respirata”. Avvicinati e gustati la sua vista da lontano. Si adagia dolcemente alle pendici del Subasio, che la protegge con la sua cima arrotondata dall’alto. La Rocca Maggiore di Assisi svetta sulla sommità del colle, mentre il complesso della basilica di San Francesco delinea i confini del borgo, quasi volesse innalzarlo verso il cielo.

Qui tutto ruota intorno al culto di San Francesco e Santa Chiara. È grazie alla figura mistica di questi personaggi, fondatori del sacro ordine dei Francescani, che Assisi ha acquisito tutta la sua importanza.

Una curiosità: forse non sai che addirittura la grande Los Angeles deve il nome a questo piccola cittadina. Los Angeles fu fondata da un gruppo di frati francescani e fu in origine chiamata “El Pueblo de Nuestra Señora la Reina de los Angeles de Porziuncula de Assisi“, che tradotto significa “il Popolo di Nostra Signora la regina degli Angeli sopra la Porziuncula di Assisi”.

L’originaria chiesa della Porziuncola è oggi inglobata all’interno della maestosa Basilica di Santa Maria degli Angeli, nell’omonimo paese che si estende ai piedi di Assisi.

Cosa vedere in Umbria: Assisi

Cosa vedere ad Assisi

Cosa vedere ad Assisi? Oltre all’aspetto religioso, che richiama milioni di fedeli ogni anno, Assisi rappresenta un importante centro storico, con una lunga storia da raccontare.

Quante città vantano, ad esempio, un tempio romano perfettamente conservato che confina con chiese e palazzi di età medievale? Si tratta del Tempio di Minerva, successivamente adibito a chiesa, la cui facciata si può ammirare dalla piazza centrale di Assisi, piazza del Comune. Da qui è possibile intraprendere un affascinante viaggio sotterraneo alla scoperta dell’Assisi Romana, con il foro, l’anfiteatro, i resti perfettamente conservati di ville e residenze nobiliari.

Cosa mangiare ad Assisi

Siediti a un tavolo e scegli quello che più ti ispira sul menù: non rimarrai deluso. Che si tratti del tartufo, indiscusso sovrano sulle tavole umbre, alla carne, ai salumi, Assisi ti regalerà solo gustose prelibatezze.

Tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino, come il Rosso di Montefalco, un vino DOC prodotto mescolando uve Sangiovese e Sagrantino. Oppure il Sagrantino di Montefalco, un vino DOCG dal gusto corposo, intenso, come la terra da cui prende vita.

Perugia, capoluogo di arte e cultura

Perugia è il capoluogo delle regione ma continua a mantenere la forma di una piccola cittadina ben organizzata, vivibile e assolutamente da annoverare fra le cose da vedere in Umbria. Visitare Perugia ti farà scoprire come sia possibile la convivenza fra modernità, storia, cultura, arte e gastronomia. È un insieme di elementi che si rafforzano e si rimarcano a vicenda.

Cosa vedere in Umbria: Perugia

Cosa vedere a Perugia

La città è costruita su più livelli e le diverse epoche storiche, invece di essere spazzate via dalle successive, sono state inglobate e hanno fatto da basamento per la città nuova e sempre più moderna.

Girando per le strade di Perugia, in superficie, avrai tipici esempi di arte, dal Medioevo al Rinascimento, con i suoi palazzi, le costruzioni storiche e la bellissima Piazza IV Novembre, in cui al centro primeggia la Fontana Maggiore. Costruita nel 1275, da più di 700 anni porta al centro di Perugia l’acqua del monte Pacciano.

La città mantiene, nel centro storico, la sua struttura di insediamento Romano. All’antico cardo maximus, l’attuale via Ulisse Rocchi, si accede attraverso un imponente arco di origine Etrusca.

Di epoca etrusca è possibile trovare altri reperti in città e nei territori circostanti, simbolo dell’importanza che aveva la zona già fin dall’antichità. È visibile, e ben conservato, ad esempio un pozzo Etrusco, datato addirittura al IV sec a.C. visitabile a pochi metri dalla Piazza IV Novembre. A Ponte San Giovanni, nella periferia di Perugia, è invece visitabile l’Ipogeo dei Volumni, una tomba sempre di origine etrusca che rappresenta uno dei più antichi e ben conservati monumenti dell’epoca.

Di Perugia, però, esiste anche una versione sotterranea, misteriosa e affascinante. Oltre al percorso che porta alla scoperta di resti etruschi, romani e medievali, è possibile percorrere a piedi, o servendosi di un lungo percorso di scale mobili (che dai parcheggi ai piedi della città vecchia permette di raggiungere il centro storico), i sotterranei della Rocca Paolina.

La Rocca Paolina era un’imponente struttura fatta edificare nel XVI sec. da Papa Paolo III Farnese per simboleggiare il dominio papale sulla città. Odiata dai cittadini, fu demolita dopo il 1860, con l’ammissione di Perugia al Regno d’Italia. Oggi restano solo i sotterranei, dove vengono allestite mostre e mercatini durante tutto l’anno.

Cosa mangiare a Perugia

Dopo la lunga visita alla città avrai sicuramente fame. Come ti abbiamo già detto per le altre cittadine umbre, anche a Perugia rimarrai incantato dalla gustosa gastronomia umbra, che racconta il passato contadino e semplice della sua popolazione, rivisitato in ricette prelibate. Per fare un esempio, la pasta alla norcina (tipica di Norcia, ma che troverai in molti ristoranti di Perugia) a base di panna e salsiccia, con un’abbondante spolverata di tartufo a fine cottura.

Perugia è anche la città del cioccolato, grazie alla presenza della fabbrica di cioccolato Perugina. Da ricordare, fra le cose da vedere in Umbria, l’Eurochocolate che si tiene ogni anno ad Ottobre per le vie della città. Si tratta di uno dei più importanti festival del cioccolato di tutta Italia.

Lago Trasimeno: natura incontaminata e borghi senza tempo

Il Lago Trasimeno è il quarto per estensione d’Italia e si estende fra le colline umbre in un paesaggio da favola. Le attività da fare in questa parte dell’Umbria sono molteplici, a partire dalla visita dei piccoli e suggestivi borghi che sorgono in riva al lago, come Castiglione del Lago, Passignano sul Trasimeno o Tuoro sul Trasimeno, solo per citarne alcuni. Sono poi organizzabili gite in mountain bike, escursioni fra le colline, gite in barca a vela e pesca sportiva.

Cosa vedere in Umbria: lago Trasimeno

Cosa vedere sul Lago Trasimeno

Molto divertente il tour del lago in barca, che permette di raggiungere la bella Isola Maggiore, ancora abitata, o l’isola Polvese, la più estesa e la più alta, che fa parte del Parco Regionale del Trasimeno. Anche qui, come nel resto dell’Umbria, terra ricca sotto ogni punto di vista, troverai resti romani, antiche rocche e castelli, chiese e palazzi di epoche diverse, testimoni del lungo cammino compiuto dal popolo umbro.

Cosa mangiare sul lago Trasimeno

Sarà proprio la cordialità e la giovialità degli abitanti dell’Umbria a conquistarti, facendoti entrare questa regione nel cuore in maniera indelebile. La cucina che ti aspetta sul lago Trasimeno contribuirà ulteriormente a far scattare l’amore.

Sul lago, come prevedibile, ti aspettano deliziose ricette a base di pesce fresco appena pescato, da abbinare a un buonissimo vino dei Colli del Trasimeno DOC.

Se non vuoi il pesce, puoi scegliere uno dei piatti tipici della tradizione umbra. Sai che a ferragosto è immancabile su ogni tavola l’oca arrosto ripiena? Si tratta di una tradizione molto antica, che in Umbria è stata associata anche alla trebbiatura del grano. In occasione della fine della trebbiatura, infatti, i contadini erano (e sono ancora oggi) soliti preparare una grande festa, dove viene servita la pasta fatta in casa condita con il tipico sugo d’oca e l’oca arrosto. La ricetta è molto particolare, custodita gelosamente dalla massaie umbre. Ti consigliamo di provarla.

Gubbio, la perla medievale che ti aspetta in Umbria

Gubbio è uno degli insediamenti umbri più antichi. Si trova all’interno, sulle montagne, quasi al confine con le Marche. Molte delle sue tradizioni, infatti, riprendono quelle della regione confinante.

Gubbio è famosa fra le cose da vedere in Umbria per le sue tradizioni. Gli eugubini sono molto legati alla loro città e alla storia e sanno accogliere i turisti con entusiasmo e benevolenza. La città, d’altronde, ha davvero tanto da offrire.

Cosa vedere in Umbria: Gubbio

Cosa vedere a Gubbio

La zona principale, nonché centro della vita sociale e amministrativa di Gubbio è Piazza Grande (Piazza del Popolo), su cui si affacciano i bellissimi Palazzo dei Consoli e Palazzo Pretorio, sede del comune di Gubbio. Questo complesso, costruito nel corso del 1300, rappresenta la potenza rappresentata da Gubbio all’epoca. Gubbio fu anche feudo dei Montefeltro e dei Della Rovere nel periodo delle Signorie, i cui domini ci hanno lasciato splendidi esempi di architettura rinascimentale.

Come ogni parte dell’Umbria, Gubbio è anche legato indissolubilmente alla religione e al culto di San Francesco. Qui si racconta che avvenne il miracolo del patto con il lupo, e ancora oggi nella chiesa di San Francesco dei Muratori possiamo vedere la pietra che gli abitanti usarono per coprire la tomba del lupo, di cui si presero cura fino alla morte.

Cosa mangiare a Gubbio

Gubbio risente molto dell’influenza marchigiana. Un piatto tipico della città è infatti la crescia (diffusa anche nelle Marche), una specie di focaccia che si può gustare ripiena con affettati o formaggi locali.

Questi che ti abbiamo elencato sono solo alcuni suggerimenti per scoprire cosa vedere in Umbria. La regione è piccola e ben servita, non avrai difficoltà a trovare mete che mettano d’accordo tutta la famiglia.

Lascia un Commento

Il Tuo indirizzo email non sarà pubblicato.